Alessia racconta il suo anno di studio in America

LA MIA ESPERIENZA COME EXCHANGE STUDENT
Mi ricorderò sempre quella mattina d'estate, erano le dieci, ed io stavo ancora dormendo sogni tranquilli quando il mio telefono squillò, era mia mamma, assonnata e anche turbata per il risveglio traumatico risposi; "Amore andrai in California, a Sacramento", questa fu la frase che mi disse.

anno studio in america

Io non ci credevo, forse perché ero ancora assonnata, forse perché mi pareva impossibile, la California è sempre stato il mio sogno. Ricordo ancora che il primo giorno che arrivai mi vennero a prendere in aeroporto e Julia, la mia cosiddetta "host sister" nel viaggio in macchina continuava a parlarmi, mentre io l'unica cosa che più desideravo era dormire.

anno studio in america

Il mattino seguente mi svegliai però non volevo uscire dalla mia camera, ero troppo spaventata, non sapevo cosa dire o come dirlo, avevo paura di non capire, tutte paure concepibili che però mi hanno inizialmente un po' bloccato. Il tempo passava ed io mi ambientavo sempre di più, miglioravo con la lingua, conoscevo persone nuove, e avevo stretto un particolare rapporto con Julia, mia sorella, e mi trovavo bene con la famiglia.

anno studio in america

Sono stati molto carini perché sin da subito mi hanno fatto visitare tanti posti e hanno cercato di farmi conoscere il più possibile la loro cultura e in cambio io parlavo loro di come siamo diversi e cercavo in ogni modo possibile di "raccontare" quello che conosco dell'Italia.

anno studio in america

A loro piaceva molto ascoltare e capire le nostre tradizioni. Grazie a questa esperienza ho imparato tantissime cose nuove, ho stretto rapporto di amicizia con molte persone e ne sono uscita con i bagagli pieni.

È stato un anno indimenticabile, ho avuto ovviamente i miei problemi ma se tornassi indietro lo rifarei mille volte, posso dire che è stata un'esperienza formativa anche divertentissima.